Home Cultura LA CANZONE DI GINO E GALLIANO (CANZONIERE DEL VALDARNO)

LA CANZONE DI GINO E GALLIANO (CANZONIERE DEL VALDARNO)

193
0

LA CANZONE DI GINO E GALLIANO (CANZONIERE DEL VALDARNO).
Il Canzoniere ha partecipato a decine e decine di concerti tra il 1976 al 1979 nelle Feste dell’Unità in mezza Italia a cantare “Bandiera Rossa la trionferà” con un ottimo successo. Grazie ad Enzo Brogi, ex-sindaco di Cavriglia, nel 2001 è stato pubblicato su CD “Terra Innamorata” un lavoro del 1976/1977 già stampato su vinile in quegli anni. Per l’occasione in una casa del popolo di una piccola frazione, alla presenza di alcuni protagonisti dell’epoca, il Canzoniere del Valdarno si ricompose eccezionalmente per suonare alcuni brani. Purtroppo Luciano Morini era già scomparso alcuni anni prima.

Si riuniscono ogni sera
in casa di Galliano
povero covo di chi spera
ancora in un mondo umano

“Son sempre là, complottano
contro il fascio ed il re,
la proprietà, la patria
la famiglia, Dio Padre e il mio bebè”.

“Prendiamoli, picchiamoli facciamo
veder chi siamo!
Diamogli una lezione,
stivale, olio di ricino e bastone!

Salgono per le scale della casa
mentre i compagni stanno lì a veglia,
rompono l’uscio, entrano ridendo
rovesciano i tavoli e le sedie.

“Vi abbiamo colti, state cospirando!”
urlano poi bloccando ogni uscita,
“finisce qui la vostra sporca vita
di comunisti luridi e fottuti!”

Non basta più, nell’ora della rabbia
lo stivale né l’olio né il bastone:
c’è chi tira fuori un pistolone:
lungo due metri e comincia a sparare.

Muore Galliano in casa, alla finestra,
dove chiamava aiuto al cielo azzurro,
Gino infila la porta, scende fuori,
con i fascisti dietro come cani.

Corre via verso i campi a cercare la vita
mentre il fascista piega il suo ginocchio
sul selciato per prendere la mira:
scoppia il colpo, casca giù, è finita!

Si riunivano ogni sera
in casa di Galliano
povero covo di chi spera
ancora in un mondo umano…

(193)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti