Home Attualità Esteri Cuba raggiunge senza quote rosa parita’  di genere in Parlamento
http://www.youtube.com/v/4Cze2NZBxXk?version=3&hl=it_IT&rel=0

Cuba raggiunge senza quote rosa parita’  di genere in Parlamento

2.95K
0

I media censurano un’altra verità scomoda: Cuba raggiunge, senza quote rosa, la parità di genere nel Parlamento


 

Di José Manzaneda, coordinatore de Cubainformación

Traduzione di Vincenzo Basile

 

www.capitulocubano.blogspot.com

http://www.cubainformacion.tv/index.php/lecciones-de-manipulacion/49835-medios-censuran-otra-verdad-incomoda-cuba-consigue-sin-cuotas-paridad-hombres-mujeres-en-el-parlamento

 

 

L’agenzia spagnola Efe ha pubblicato di recente che il numero di donne parlamentari nel mondo è aumentato del 1% nell’ultimo anno, occupando il 20,3% del totale dei seggi (1): una cifra ancora ben lontana dal 30% proposto alla Conferenza di Beijing del 2000 (2). La nota di Efe, che è stata trasformata in notizia da molti media, ha segnalato, inoltre, che questo lieve aumento è dovuto in gran parte all’introduzione di ‘quote rosa’ obbligatorie.

Secondo le stesse informazioni, sappiamo che l’America è la regione con la più alta media mondiale di parlamentari, il 24,1%.

È interessante notare che il caso di Cuba -che ha la terza cifra più grande al mondo, il 48,86%, e raggiunge la parità senza una legge sulle quote- non è nemmeno menzionato (3). Per conoscere le cifre di Cuba bisogna accedere alla stampa cubana, alle relazioni di agenzie delle Nazioni Unite, come la CEPAL (4). Attraverso queste statistiche, si scopre che Cuba si classifica al primo posto in termini di donne parlamentari in America Latina, e che l’ultimo posto è occupato da Belize, con lo 0% (5).

Gli stessi media che hanno riprodotto le informazioni di Efe sottolineano che l’America è la regione con la più alta media di donne parlamentari, il 24,1%, “grazie alle percentuali raggiunte da El Salvador, Giamaica, Messico e Stati Uniti” ( 6). Nessun cenno di Cuba.

Nel caso degli Stati Uniti, si deve sottolineare che, dopo le ultime elezioni del 2012, si è avuto un passaggio da un misero 16,8 (7) al 34% delle donne nel Congresso e nel Senato. Tuttavia, questo aumento è dovuto ad una precedente sentenza del Tribunale Elettorale il quale ha imposto che almeno un terzo dei seggi deve essere assegnato a donne (8).

Un altro caso particolare è quello del Parlamento spagnolo, dove è consuetudine che si impartiscano lezioni di pratica politica a Cuba. Lo scorso gennaio, il quotidiano El Pais titolava in maniera trionfalista che “Il Congresso finalmente raggiunge la partià” (9). L’articolo faceva riferimento al fatto che il 39,7% dei seggi dell’Assemblea di Madrid è occupato da donne. Ma anche in questo caso la cifra è dovuta alla cosiddetta Legge di Parità, secondo la quale le liste elettorali dei partiti devono contenere lo stesso numero di uomini e donne. Questi partiti, di solito, collocano gli uomini ai primi posti, il che spiega perché, in ultima analisi, la parità non viene raggiunta nonostante la legge.

La realizzazione a Cuba della parità nella rappresentanza parlamentare, senza l’applicazione di una legge sulle “quote rosa”, è un fatto certamente rilevante che la stampa dominante cerca di nascondere. Come altri dati che rispecchiano i progressi della società cubana in materia di parità di genere. Ad esempio, le donne occupano il 50,5% delle posizioni politiche a livello provinciale (10), il 63% delle matricole universitarie, o il 60% delle posizioni professionali e tecniche (11).

Senza trascurare le sfide, i problemi e gli ostacoli da superare per la società cubana in termini di equità (12), queste cifre sono il risultato di una politica dalla quale forse alcuni paesi abituati a dare lezioni avrebbero qualcosa imparare (13).


 

(1) http://www.eluniversal.com.mx/internacional/81691.html

(2) http://www.publico.es/451645/el-numero-de-parlamentarias-aumenta-gracias-a-las-cuotas

(3) http://www.granma.cubaweb.cu/2013/02/16/nacional/artic02.html

(4) http://www.eclac.cl/mdg/GO03/

(5) http://estadisticas.cepal.org/cepalstat/WEB_CEPALSTAT/Library/CEPALSTAT/Infograficos_pdf/Inf_3_es.pdf

(6) http://www.acento.com.do/index.php/news/54032/56/Cuotas-elevan-en-casi-1-numero-de-mujeres-parlamentarias-en-el-mundo.html

(7) http://noticias.terra.com/eeuu/mujeres-lideres-de-eeuu-lanzan-plataforma-para-lograr-paridad-en-el-congreso,46b106bdaf7f4310VgnVCM3000009af154d0RCRD.html

(8) http://oncetv-ipn.net/noticias/index.php?modulo=interior¬a=16&dt=2013-03-09

(9) http://politica.elpais.com/politica/2013/01/07/actualidad/1357589414_728644.html

(10) http://www.cubadebate.cu/noticias/2013/02/05/resultan-elegidos-en-cuba-los-612-diputados-y-los-1-269-delegados-provinciales/

(11) http://americalatinagenera.org/es/index.php?option=com_content&task=view&id=994&Itemid=143

(12) http://www.cubainformacion.tv/index.php/genero/43218-entrevista-isabel-moya-directora-editorial-de-la-mujer-en-cuba-tambien-luchamos-contra-la-violencia-de-generoa

(13) http://www.ipu.org/pdf/publications/wmnmap12_sp.pdf

(2947)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti