Home Attualità Lavoro Indignato O.S.S. in lotta Contro lo smantellamento del servizio dell’assistenza domiciliare!
Indignato O.S.S. in lotta Contro lo smantellamento del servizio dell’assistenza domiciliare!

Indignato O.S.S. in lotta Contro lo smantellamento del servizio dell’assistenza domiciliare!

0
0

INDIGNATO O.S.S.

Contro lo smantellamento del servizio dell’assistenza domiciliare!


Il Comitato di lotta “Indignato O.S.S.” delle lavoratrici e dei lavoratori dell’assistenza domiciliare, dell’accudienza scolastica e della tutela dei minori del comune di Venezia saluta con cauta soddisfazione l’esito finale dell’incontro avvenuto il 18 maggio 2012 tra l’Ispettorato del lavoro e le diverse sigle sindacali operanti nella vertenza in essere. Se da una parte si può registrare come un organo ispettivo istituzionale abbia riscontrato profonde “irregolarità” succedutesi in tutti questi ultimi mesi con l’avvallo di sigle sindacali compiacenti (USB esclusa), da un’altra non ci si può rallegrare del fatto che la situazione, oggi, resta ancora tutta da risolvere ed è ben distante da soluzioni  che non si possono trovare “seduti” a tavolino con gli stessi squallidi attori di un “film” già visto e dolorosamente vissuto.
Il comportamento di CGIL, CISL e Uil risulta doppiamente condannabile. Da un lato, queste tre sigle sindacali (con sempre meno iscritti) si sono prodigate al massimo per sopperire ad un’esigenza precisa: quella di andare incontro alle necessità di bilancio del comune di Venezia non ostacolando realmente tagli e limitazioni del servizio. Dall’altro, hanno lavorato alacremente per dividere i lavoratori e favorire un clima pessimo nel quale cercare di togliere ulteriormente diritti e normative di miglior favore conquistati nel tempo dagli stessi operatori sanitari.
Tutto questo è stato smascherato; non solo dall’Ispettorato del lavoro che ha solo ATTESTATO l’illegalità di tutto quanto firmato ed anche sottaciuto in termini di  accordi e accordini  (presi anche sottobanco) e di preintese vergognose che ponevano lavoratori contro lavoratori donando loro per di più l’illusione di risolvere i diversi problemi coi tavoli “tecnici” bensì dall’opera instancabile e continua di denuncia che lo stesso Comitato “Indignato O.S.S.”, assieme anche all’USB e ad altri lavoratori delle diverse sigle sindacali presenti, ha sempre portato avanti noncurante delle bugie che si susseguivano e che cercavano di far passare l’idea che i lavoratori dovessero subire radicali trasformazioni delle loro condizioni di lavoro.                 
Oggi il terreno deve sgombrarsi da queste ambiguità.
O si sta coi lavoratori a difendere i loro  posti di lavoro ed il servizio per la cittadinanza o si scelgono altri mestieri, quali, ad esempio, quello di spalleggiare esigenze di tenuta politica della giunta comunale veneziana magari con un pizzico in meno di arroganza di quanto è stato visto finora e, così facendo, dando maggiore chiarezza sui ruoli.
Il Comitato di lotta “Indignato O.S.S.” rivendica ancora una volta le proprie posizioni di TOTALE difesa di tutti i posti di lavoro dell’appalto in essere e lancia, per l’ennesima volta, la proposta di ripristinare la gara d’appalto partendo dalle condizioni precedenti  togliendo alla Cooperativa “Ancora” di Bologna la facoltà di proseguire il servizio essendosi resa partecipe di gravissime irregolarità.
Nello stesso tempo rilancia l’importanza della più forte e coesa UNITA’ tra tutti i lavoratori allo scopo preciso di mantenere alto il profilo della lotte sostenute in tutti questi mesi con assemblee, referendum, presidi, ecc.  Si apre una situazione alquanto inedita e fino a poco tempo fa assolutamente imprevista. Solo con

(0)

tags:
LiberaRete Associazione di Promozione sociale LiberaRete

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti