Home Cultura DIMMI BEL GIOVANE

DIMMI BEL GIOVANE

3.74K
1

"Dimmi bel giovane" (1871)
Di Francesco Bertelli
Testo tratto dalla poesia
"Esame di ammissione del volontario alla Comune di Parigi"

"Dimmi bel giovane
onesto e biondo
dimmi la patria
tua qual'è
tua qual'è

Adoro il popolo
la mia patria è il mondo
il pensier libero
è la mia fe'
è la mia fe'

La casa è di chi l'abita
è vile chi lo ignora
il tempo è dei filosofi
il tempo è dei filosofi

La casa è di chi l'abita
è vile chi lo ignora
il tempo è dei filosofi
la terrà di chi la lavora

Addio mia bella
casetta addio
madre amatissima
e genitor
e genitor

Io pugno intrepido
per la Comune
come Leonida
saprò morir
saprò morir

La casa è di chi l'abita
è vile chi lo ignora
il tempo è dei filosofi
il tempo è dei filosofi

La casa è di chi l'abita
è vile chi lo ignora
il tempo è dei filosofi
la terrà di chi la lavora"

(3742)

Comment(1)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti