Home Attualità Politica PIAZZA DOUHET : No all’apologia di un criminale di guerra

PIAZZA DOUHET : No all’apologia di un criminale di guerra

1.60K
0

UNA PIAZZA DEDICATA A UN CRIMINALE DI GUERRA…

La piazza principale di Porto Potenza Picena in provincia di Macerata è intestata a Douhet, ma quanti di coloro che la frequentano, turisti inclusi, sanno esattamente di chi si tratta? Qualcuno si è mai posto la domanda su nome e cognome di chi ha inventato i bombardamenti aerei? Ebbene non sono stati né i nazisti, né gli angloamericani, ma sono stati proprio gli italiani ad idearli ed a metterli in pratica oltre un secolo fa durante la Guerra di Libia nel periodo compreso tra il 1911 ed il 1912. Storicamente fu proprio Giulio Douhet, generale dell'Aeronautica Militare Italiana, nato a Caserta nel 1869 e morto a Roma nel 1930, il primo a teorizzare ed a mettere direttamente in pratica nel corso della sua carriera i bombardamenti terroristici indiscriminati sulle città e sui civili. Complimenti! In base alla Convenzione Internazionale di Ginevra, se fosse stato ancora in vita, sarebbe stato processato come criminale di guerra dal Tribunale di Norimberga, o magari dall'attuale Corte di Giustizia dell'Aja per delitti contro l'Umanità. Nel 1921 pubblicò il suo libro "Il dominio dell'aria" che ebbe molta fortuna all'estero tra chi ha in mente un mondo di morte e desolazione, al posto di un avvenire di pace. I suoi cosiddetti "insegnamenti" furono poi applicati dall'Aeronautica Militare Italiana con l'utilizzo di gas asfissianti contro i patrioti abissini, i bombardamenti terroristici su Barcellona e sulle altre città repubblicane spagnole ed i mitragliamenti contro colonne di profughi civili francesi in fuga dopo la "Pugnalata alle spalle" inferta dall'Italia fascista alla Francia nel 1940. Le scellerate teorie di Douhet sull'annientamento finale del nemico ad opera dei soli bombardamenti aerei indiscriminati furono poi sconfessate dal fatto che la Germania nazista, nonostante le pesantissime incursioni subite, nel 1944 e 1945 incrementò in maniera esponenziale la sua produzione industriale di armamenti più che in tutti gli anni precedenti. Per questo motivo l'intestazione della piazza a un criminale di guerra appare molto discutibile a dispetto dell'amministrazione comunale cosiddetta di "sinistra" che ha governato Potenza Picena fino ad ora (2014). Staremo a vedere la nuova amministrazione di Francesco Acquaroli. Nomi più appropriati avrebbero potuto essere Piazza della Pace, Guernica, Hiroshima e Nagasaki, Vittime della strage di Ustica, Ghandi, Martin Luther King, Nelson Mandela, Gino Strada, ecc. Questo video è dedicato alla memoria dei cittadini di Civitanova Marche Anna Maria Sopranzi, Romeo Dionisi e Giuseppe Dionisi, in condizioni di grave indigenza, ignorati dallo Stato nonostante le pressanti richieste di aiuto e messi in condizioni di suicidarsi nell'aprile del 2013, mentre i nostri fotogenici e sorridenti governanti continuano a sperperare denaro pubblico in costosissimi ed inutili cacciabombardieri F35 per far la guerra non si sa a chi ed a spendere due milioni di euro al giorno per mantenere truppe di occupazione italiane in Afghanistan per combattere i Talebani, quando da noi continuano a spadroneggiare mafia, camorra e delinquenza organizzata con la complicità dei governanti che dovrebbero combatterle.

(1602)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti