Home Cultura MONI OVADIA SOSTIENE IL PROGETTO PER NON DIMENTICARE

MONI OVADIA SOSTIENE IL PROGETTO PER NON DIMENTICARE

1.13K
0

Prosegue l'iniziativa "Per non dimenticare". Questo progetto si pone l'ambizioso traguardo di unire tutte le forze democratiche che hanno a cuore i valori dell'antifascismo, della Costituzione, della lotta alle mafie, le tematiche collegate al ricordo, al recupero della memoria storica e alla tutela dei diritti umani. L'Istituto Comprensivo via Prati Desio, ha organizzato questi eventi culturali, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Nova Milanese, con il Patrocinio del Comune di Cesate, l'ARCI, l'ANPI, l'ANED, l'APEI, Emergency, Peacelink, Il Dialogo.org, la Rete Antifascista Nord Ovest Milano, La Casa Della Cultura di Milano, Il Centro Studi Sereno Regis di Torino, e tante altre realtà. Gli incontri a tema sono volti ad approfondire il Progetto Memoria Storica a Nova Milanese, dal titolo "Per non dimenticare". Il progetto è stato intrapreso, a partire dagli anni '70, dall'Amministrazione Comunale e dalla Biblioteca Civica Popolare, con la raccolta di videotestimonianze, interviste e documentazioni inerenti la memoria dei campi di concentramento e di sterminio nazifascisti, grazie alla costante passione del Dottor Pucci Paleari. La presentazione di Moni Ovadia del libro "Memorie e Olocausto" di Laura Tussi ha dato inizio al ciclo di iniziative. Gli eventi del ciclo "Per non dimenticare" vogliono proporre all'attenzione del pubblico alcune importanti riflessioni sull'attualità dei valori sociali e dei diritti civili e umani, di cui occorre continuamente fare memoria. E' necessario ripercorrere l'analisi del passato storico, per evitare di compiere gli errori della storia, a livello di violazione della dignità delle donne e degli uomini e dei diritti imprescindibili della persona, sotto varie forme e vari aspetti, dall'intolleranza per le diversità, dall'oppressione delle minoranze, nella considerazione del dialogo tra le parti, le categorie e tipologie umane, nel rispetto dell'ambiente circostante e dell'ecosistema, per un futuro a misura di persona, in un contesto ecosostenibile, nonviolento ed equosolidale, basato sui valori della pace e della valorizzazione delle differenze di ogni genere e tipologia umana, nella libertà di espressione e di pensiero. RELATORI: Renato Sarti, attore, regista, drammaturgo, fondatore e direttore del TEATRO DELLA COOPERATIVA di Milano Sergio Fogagnolo, figlio del martire di Piazzale Loreto Umberto Fogagnolo Giuseppe Valota, Presidente dell'ANED (Associazione Nazionale Ex Deportati) di Sesto San Giovanni, figlio del deportato Guido Valota Bacio Capuzzo, Presidente dell'ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d'Italia) di Nova Milanese Laura Tussi, docente, scrittrice e giornalista Carlo Amori, violino – DADAIKO

(1127)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti