Home Attualità Antonio Persia vs. Herbert Pagani – L’Erba selvaggia

Antonio Persia vs. Herbert Pagani – L’Erba selvaggia

156
0

Viene su, come l’erba selvaggia
nelle scuole, nei tram, in prigione
non conosce frontiere o padrone
ed è come l’uccello che viaggia.
Ed ha foglie di carta stampata
che fioriscono nell’underground
passa in radio quand’è fortunata
col pretesto di un magico sound
ed è un’arma per dare battaglia
che di morti, però, non ne fa
brucia solo le code di paglia
e ti rende la tua dignità…
SI, quest’erba si chiama parola
ed è tua se ti vuoi liberare
non lasciare che ti muoia in gola
e non fartela mai più fregare…

Alza la voce, amico, non fermarti quà
e la mia voce, amico, con te canterà!

Ci hanno chiuso ciascuno in un ghetto
io artista e tu spettatore
Per sentirmi hai pagato un biglietto
io ho pagato in paura e sudore…
Sei venuto per l’erba selvaggia
io son qui per la stessa ragione
Siamo insieme sull’ultima spiaggia
non perdiamola questa occasione.
Si, quest’erba si chiama parola
ed è tua se ti vuoi liberare
non lasciare che ti muoia in gola
e non fartela mai più fregare!

Alza la voce, amico, non fermarti qua
e la mia voce, amico, con te canterà.

(156)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti