Home Cultura BANANA SPLIFF – ICE JUICE (SPAGHETTI NIGHTMARE – HELLZEYE RECORDS 2011)

BANANA SPLIFF – ICE JUICE (SPAGHETTI NIGHTMARE – HELLZEYE RECORDS 2011)

1.45K
0

BANANA SPLIFF – ICE JUICE (SPAGHETTI NIGHTMARE – HELLZEYE RECORDS 2011)
Prodotto da Fez.
Diretto da Jack Lucas Laugeni.

ICE JUICE

O.P. : I fogli sono spazi ampi come lande per gli indiani
le nostre mani mandrie di cavalli e voi yankee disumani
avete piani per rubarci anche le penne dai diademi
ma sono radicate nei pensieri
e i nostri inchiostri, simpatici o seri vergheranno, puniranno
gli invasori sui terreni più fatali ove cadranno tutti
dai pulotti ai cardinali
e ci daranno un nome e un habitat come gli animali
perchè non siamo bro, siamo professionisti
anti-proibizionisti, anti-fascisti
provincialisti per eccellenza, protagonisti in sequenza
al via di partenza
fai due tiri e ascolta il battito, sale in un attimo
quando il bradipo diventa tachicardico
e ricaricando il carillon è tutta un’ altra musica
chimica, speciale, classica, fuori classifica

DRUGO: Alle spalle l’estinzione di una mezza foresta
in un’attimo è la sesta, al fantasballo passo in testa
dammi retta resta, perchè sta roba pesta
pare faccia brutto anche in quantità modesta
altera la mia coscienza e la mia percezione
viaggio stando fermo senza avere direzione
destinazione, verso un altrove dell’altrove
ad ovest di Paperino, passando per Delta nove dove
do il cinque a Rino, il cielo è sempre più blu
la musica accompagna ogni momento clou
donando bellezza a chi non cíha fantasia
si tratta di passione e mica di filantropia
è l’energia, che ci accomuna e ci divide
da chi resta passivo attorno al nulla che uccide
seguendo troppe guide tranne quella dello spirito
ma una delle tante sfide, è essere libero

RIT: Hascish, hascish, hascish, Juice come Ice
Cherry, Mazar-I-Sharif, spliff fumo viola spliff
una sinfonia che suona con il pitch a meno quindici
attraverso la pietra del ciloom

IRAKENO: Sto storto, quasi morto,
fumo molto ascolto Linton Kwesi Johnson
ho i sensi distesi in tutti i sensi
in tutti i versi, in tutti gli universi
la chimica fa si che il t.h.c.
si attacchi ai miei acidi grassi
e alzi i miei passi un pò più verso il cielo
mentre i drammi vanno giù come sassi
uno spliff, due spliff, tre spliff, quattro splifferz
fumo spliff e pure tu dici spliff ìSpliff!
ma non sai cos’è uno spliff, no che non puoi fare il bis
non puoi correre il Grand-Prix, io devo abbassare il pitch
5g, 10g, 15, è medicina non shit
il mio spirito guida è malato, cammina al mio lato
ci fumiamo una pipa d’afgano e ci perdiamo – Dove siamo?

RIT: Hascish, hascish, hascish, Juice come Ice
Cherry, Mazar-I-Sharif, spliff fumo viola spliff
una sinfonia che suona con il pitch a meno quindici
attraverso la pietra del ciloom

(1447)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti