Home Attualità Economia RICCARDO PETRELLA E L’EUROPA, 25 NOVEMBRE 2013 (3 of 4)

RICCARDO PETRELLA E L’EUROPA, 25 NOVEMBRE 2013 (3 of 4)

316
0

PARTE 3 DI 4 / PART 3 OF 4. PATRIZIA GIOIA, RICCARDO PETRELLA E GIANNI VACCHELLI ALLO SPAZIO LABOEXPO DI FORO BUONAPARTE 60 A MILANO, LUNEDI' 25 NOVEMBRE 2013, A CURA DI FONDAZIONE ARBOR E SPAZIO STUDIO13. Per un risveglio dell'Europa: una nuova visione politica tra filosofia, scienza, poesia e spiritualità. L'Europa è una comunità, o un'oligarchia? La riflessione sull'Europa economica, civile, politica, ma anche culturale e spirituale appare sempre più urgente. Il sogno e l'idea di un'Europa unita ha da sempre affascinato: basterebbe citare Dante, Erasmo, Kant e molti altri. L'UE è sembrata un passo storico e cruciale verso questa realizzazione, eppure abbiamo bisogno di comprendere i reali assetti di questa unione, cosa la ispira, quali ne sono le radici e quali i fini, è realmente una comunità, o una struttura oligarchica? La discussione sull'Europa oggi appare stagnante ed inerte almeno nella vulgata massmediatica. Prevale un atteggiamento superficiale ed ideologico: anche la domanda pro o contro l'euro (fondata per altro ma non unica) è liquidata, per lo più superficialmente, senza una seria disamina economica e filosofica. L'incontro con il prof. Riccardo Petrella, economista di fama internazionale, si propone di dare nuovi sguardi e nuove visioni dell'Europa senza disperdere i sogni, ma tenendo desto il senso critico. Fondazione Arbor, nata dal fertile incontro con Raimon Panikkar, suo primo presidente, opera da anni nel mondo con progetti umanitari, interculturali e interreligiosi. Ispirandosi all'intuizione cosmoteandrica di Panikkar, oggi sempre più urgente e necessaria, offre con il suo sostegno non solo economico l'opportunità di portare in vita la creatività che in ognuno vive e che trasformando il singolo tocca il cuore stesso dell'Universo. Un operare attento ad ogni cosmovisione affinché le differenze siano opportunità di incontro e non di scontro, occasioni per trasformare ogni volta la polarità distruttiva in creativa, affinché sia continuo e pacificato il cammino di Pace. Riccardo Petrella (La Spezia, 1941) Professore all'Università Cattolica di Lovanio (Belgio), già direttore nel 1970 del Centro Europeo di Ricerche Sociali Comparative a Vienna e dal 1978 del Programma FAST ( Forecasting and Assessment in Science and Technology) alla Commissione delle Comunità Europee, è attivamente impegnato nello studio della mondializzazione, del welfare, dell'educazione e dei problemi relativi all'acqua (diritto alla vita, bene comune, ecc.). A questo proposito ha fondato il Comitato Internazionale per il Contratto Mondiale dell'Acqua, presieduto da Mario Soares. Alcuni suoi titoli recenti: Il bene comune, Elogio della solidarietà, 2004, Il diritto di sognare, 2005, Una nuova narrazione del mondo, 2007. E' attualmente impegnato nella campagna Banning the Povertà/Rendiamo illegale la povertà 2018 ( http://www.banningpoverty.org/). Per informazioni: www.arborfoundation.net / www.spaziostudio.net.

(316)

LEAVE YOUR COMMENT

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Vai alla barra degli strumenti